[S.O.S. vacanze last minute, scopri come l’epilazione permanente te le può far affrontare in assoluta tranquillità oppure se devi iniziare a preoccuparti fin da subito per i danni della lametta all’ultimo minuto]

Scritto il 4 Gennaio 2020 by Alessandra Cerato
 0 commenti

 

Prova ad immaginare, tuo marito è improvvisamente impazzito e ha deciso che vuole portarti assolutamente in vacanza.

In fondo ve lo siete meritati, avete lavorato tanto, avete seguito i bambini, avete avuto proprio poco tempo per voi in questo ultimo periodo. Siete stanchi ed è davvero da molto che non vedete qualche bel posto nel mondo.

Quindi ha deciso che partirete per un viaggio, ma il tempo stringe e non avete tanta scelta.

In più le vacanze dei bambini sono corte quindi è meglio organizzare subito.

Bene, tuo marito è stato in agenzia di viaggi, le proposte sono due: o partire dopodomani per un posto al mare meraviglioso, con sabbia bianca, mare limpido e sole oppure una baita in montagna sulle piste con tanta neve.

Non avete dubbi, vista la stanchezza scegliete il mare, così anche i bambini si divertiranno un mondo.

Decisione presa, si parte tra due giorni. Anzi un giorno e mezzo a dire la verità.

Valigie, vestiti, medicinali, tutto pronto in poco tempo. Poi al mare fa caldo e si ha bisogno di pochi cambi. Ti sembra di aver pensato a tutto.

 

Poi improvvisamente, ti accorgi di non aver pensato ad una cosa importantissima. Oddio, hai le gambe da depilare, per non parlare di ascelle e dell’inguine (in più vai al mare e non puoi certamente andare in così).

Vorresti chiamare la tua estetista, ma non sai se avrà posto all’ultimo minuto, anzi, poi magari tutto quel rossore della ceretta non potrai prendere il sole per un po’ di giorni. Quindi decidi che questa soluzione non è quella giusta.

Vorresti farti la crema, ma anche qui, tutte queste sostanze chimiche sulla pelle prima del sole sono un po’ pericolose…

 

Che fare? L’epilatore elettrico no, perchè i peli sono troppo lunghi e avresti malissimo (in più ci metteresti 3 ore che proprio non hai in questi giorni). Ti rimane solo la lametta. Non sarà proprio un lavoro perfetto, ma farai veloce, non avrai dolore e al massimo te ne porterai dietro una per le emergenze.

La partenza è programmata per la sera, verso mezzogiorno ti fai la doccia e insieme una bella slamettata. In verità i tempi son un po’ stretti e cerchi di fare più veloce possibile (il cane è rimasto senza cibo e devi ancora correre al supermercato a prendergli le crocchette).

Inizi dalle caviglie, poi le gambe, le ascelle.

Dietro fai un po’ come puoi, ma ricordi che non hai molti peli.

Infine devi pensare all’inguine, dove davvero hai una situazione vergognosa. Lì sì che avresti bisogno di una soluzione efficace.

Diciamo che il grosso l’hai tolto, anche se di fretta, un po’ a secco e come potevi.

 

Le valigie sono pronte, la famiglia è in partenza. Hai deciso di vestirti comoda per il viaggio…non sai perché, ma senti un po’ di calore sulle cosce e qualcosa che brucia intensamente su una caviglia.

“Nulla di grave, passerà subito”, il viaggio inizia, ma il bruciore peggiora sempre di più. Ora è all’inguine che senti davvero disagio. Molto disagio. Al punto di far fermare la macchina per una sosta di controllo in autogrill.

 

Quando arrivi nel bagno dell’autogrill e abbassi i leggings, vedi una situazione disastrosa. Le tue gambe sono tutte strisciate di rosso, sembrano delle abrasioni, e il tuo inguine è gonfio, dolorante e coperto da crosticine insanguinate.

 

Purtroppo non puoi fare nulla ora, se non sperare che ti passi presto! Tra poche ore dovrai metterti in costume…

 

Il viaggio continua e la tua destinazione è sempre più vicina. Il dolore non è né peggiorato, né migliorato. E’ costante, e questo forse un po’ ti consola.

Siete ormai vicini e la voglia di vacanze e relax vi assale.

 

Arrivati, sistemazione e tutto, poi subito spiaggia. ALT!

Mandi i bambini e tuo marito, tu cerchi di capire come stanno le tue gambe e il tuo inguine.

 

Ti infili il costume e ti guardi allo specchio. le gambe sono graffiate dalla lametta e hanno segni di rasatura ovunque. L’inguine sta come prima, se non peggio, perchè tutte le crosticine ora prudono tantissimo.

Come farai ad andare in spiaggia? Per ora infili un pareo e stai coperta, poi domani si vedrà.

Il secondo giorno, complice i bambini, togli il pareo e fai il tuo primo bagno. Appena entrata ti sembra tutto ok, poi pian piano senti che il bruciore diventa insopportabile, senti caldissimo dappertutto, come se avessi il peperoncino addosso. Ti sembra di essere in un incubo. Corri a sciacquarti subito in acqua dolce sperando che ti passi.

La mattina dopo decidi di andare in infermeria, e ti consigliano cortisone e antibiotico locali.

 

NON PUOI PRENDERE IL SOLE PER 72 ORE.

 

Guarirai presto, ma niente sole e niente bagni in mare.

 

VACANZA PRATICAMENTE ROVINATA.

 

Tuo marito è furioso, e ti chiede in continuazione come hai fatto a ridurti così. I bambini vorrebbero giocare con te, ma non possono.

 

E se ti dicessi che esiste una soluzione a tutto questo? Io sono partita di corsa per il mare alcuni giorni fa, non ho neppure controllato come erano le mie gambe, perchè so che sono perfette.

 

Lisce come la seta, senza peli superflui. E io sono sempre pronta a partire senza nessun rischio e senza avere problemi di questo genere.

 

Cosa aspetti? La prossima estete vorrai rovinarti le vacanze o vuoi risolvere per sempre il problema in modo definitivo e indolore?

 

*****************************

Sei stufa di ceretta, lametta, peli incarniti e vuoi liberarti dell’ossessione dei peli?

Scegli LISCE PER SEMPRE, il primo metodo di Epilazione Permanente Garantita a Vita

 

👉 Ottieni una pelle liscia per sempre, garantita a vita. Richiedi OGGI una CONSULENZA PERSONALIZZATA GRATUITA

 

Ti aspetto
Alessandra Cerato
La tua consulente di bellezza

Epil Expert del metodo Lisce Per Sempre
***************************** 

 

 

Tags:

Nessun commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *